Videosorveglianza

Realizzare un impianto di videosorveglianza consiste nell’identificazione, progettazione, configurazione e collaudo di una soluzione personalizzata di una problematica aziendale.
ATS utilizza apparati e software di alto livello ed aggiorna, costantemente, la formazione dei propri tecnici per offrire, sempre, prestazioni qualificate e professionali, garantendo, anche, una costante assistenza per il mantenimento, nel tempo, del valore dell’investimento operato.
Con l’avvento della tecnologia digitale, aumenta, sempre più, la richiesta di sistemi di videosorveglianza IP.
L’ampia offerta, infatti, di sistemi video aperti, nonché i vantaggi derivanti dai collegamen¬ti in rete e dall’uso di telecamere intelligenti hanno reso più efficienti gli impianti di sorveglianza e monitoraggio remoto.
I sistemi video di rete,ormai, offrono tutte le funzionalità di quelli analogici con l’aggiunta di una vasta gamma di funzio¬ni e caratteristiche innovative, tipiche della tecnologia digitale.
Per un pieno utilizzo, tuttavia, delle potenzialità offerte dalla tecnologia IP, prima di scegliere il sistema da installare, è molto importante esaminarne tutte le caratteristiche, tenendo conto, anche, degli altri importanti fattori, quali le prestazioni, l’interoperabilità, la scalabilità, la flessibilità e l’espansibilità che contribuiscono ad ottenere il risultato atteso.
Come noto i sistemi video di rete, chiamati, anche, sistemi di sorveglianza basati su reti IP, permettono di monitorare e regi¬strare video su una rete IP (LAN/WAN/Internet).
A differenza dei sistemi analogici, infatti, per trasmettere le informazioni, non utilizzano cavi dedicati ma inviano i flussi video digitalizzati in qualsiasi punto del mondo tramite una rete IP tradizionale o wireless, consentendo, inoltre, il monitoraggio e la registrazione audio e video da qualsiasi punto della rete.
I sistemi video di rete possono essere usati per qualsiasi esigenza anche se, principalmente, vengono utilizzati per applicazioni di videosorveglianza e telecontrollo.

I principali settori in cui vengono utilizzati i sistemi video di rete sono:

Scuole ed istituti: sorveglianza e monitoraggio di aree ricreative, corridoi, entrate, aule ed edifici.
Trasporti: monitoraggio remoto di stazioni ferroviarie e binari, autostrade e aeroporti, aree di parcheggio e rimessaggio.
Istituti bancari: sorveglianza di sedi centrali, filiali e sportelli Bancomat.
Enti pubblici: sistemi di sorveglianza finalizzati a garantire la sicurezza dei luoghi di pubblico accesso.
Vendita al dettaglio: applicazioni di sorveglianza e monitoraggio remoto finalizzate a semplificare e rendere più efficiente la gestione dei punti vendita.
Industria: monitoraggio di processi di produzione, sistemi logistici, magazzini e sistemi per la gestione delle scorte.

Una delle caratteristiche più importanti per qualsiasi telecamera è la qualità delle immagini.

A differenza delle telecamere analogiche tradizionali, le telecamere di rete sono in grado non solo di acquisire e visualizzare le immagini, ma anche di gestirle e comprimerle per le trasmissione in rete.
La qualità delle immagini, quindi, può risultare molto diversa, dipendendo da molteplici fattori: le ottiche, i sensori d’immagini, la velocità di elaborazione disponibile ed il livello di sofisticazione degli algo¬ritmi dei chip di elaborazione delle immagini.
I moderni sistemi video non vengono usati solo per registrare e memorizzare passivamente grandi volumi di informazioni, nella maggior parte dei casi inutili ma, anche, per valutare una situazione e intraprendere le azioni più idonee.
Proprio la disponibilità di queste funzionalità e i numerosi metodi disponibili per la gestione dei video impongono la necessità di valutare attentamente i requisiti delle applicazioni e il livello di funzionalità richiesto.
Le prestazioni delle telecamere di rete dipendono principalmente dalle caratteristiche e dalla con-figurazione dei sistemi di gestione video ai quali sono associate.
Il sistema scelto, infatti, deve, comunque, consentire di monitorare, analizzare e salvare l‘output video in modo appropriato.
Le grandi quantità di registrazioni effettuate, per mancanza di tempo, raramente vengono analizzate.
Le applicazioni IV (Intelligent Video) consentono di risolvere questo problema.

Esse sono in grado, infatti, di acquisire immagini di vario tipo e di confrontarli con dati archiviati in un database come ad esempio, il riconoscimento di numeri di targhe, il conteggio delle presenze, applicazioni “Trip Wire” (software in grado di verificare l'integrità del sistema rispetto ad uno "stato di partenza". Nel caso di intrusioni, a seguito di attacco e quindi di modifiche malevoli e non autorizzate, esso è in grado di comunicare, in tempo reale, all'amministratore tutte quelle specifiche necessarie ad identificare il problema ed a porvi rimedio).
L‘integrazione di funzioni intelligenti nella periferica offre notevoli vantaggi, consentendo di ridurre il lavoro del personale addetto all’analisi dei dati.
Le telecamere di rete “intelligenti" sono sempre all‘erta e pronte a rilevare “eventi” che attivino una registrazione.
Con la funzione “Motion Detection”, infine, è possibile impostare allarmi personalizzati in relazione all’ambiente da monitorare ed alla frequenza degli eventi.
La tecnologia IV converte enormi quantità di dati grezzi e di difficile utilizzo in informazioni utili.
L’esatta identificazione dell’hardware e del software più adatti al singolo cliente e la capacità di progettare un impianto proporzionato alle esigenze dichiarate, ad un prezzo equo, presuppongono caratteristiche di professionalità, aggiornamento costante,  reperibilità ed assistenza che solo organizzazioni strutturate come ATS possono assicurare